Collection: Onion Yellow

Onion (allium cepa)

The onion is among the most cultivated and consumed aromatic plants in the world both for flavoring dishes and for its medicinal properties known since ancient times and still used today in many indigenous cultures.

Industrial production and the supply chain are already consolidated in Italy from cultivation to large-scale distribution and this makes the onion an ideal candidate for the extraction of the dye from the skins, considered processing waste. In this way it is possible to get closer to the sustainability and circular economy objectives of the 2030 Agenda.

Part used

The skins discarded during the harvesting, cleaning and transformation process before sale are used.
In the case of Thuja tinctures, the onions come from Felonica (province of Mantua), denomination
cipolladoro di Felonica and Sermide .

Filter:

Availability
0 selected Reset
Product type
0 selected Reset
Colore
0 selected Reset
Taglia
0 selected Reset

3 products

Filter and sort

Filter and sort

3 products

Availability
Product type
Colore
Taglia

3 products

Its history and applications

PIGMENTI
Le bucce della cipolla dorata sono ricche sia di tannino, un polifenolo comune a molte piante soprattutto nelle radici e nelle cortecce che conferisce il colore beige, beige-giallo. Lo riconosciamo per la sua astringenza quando beviamo i vini invecchiati o mangiamo la frutta immatura. Il pigmento che contraddistingue la cipolla dorata è la quercetina, che dona il colore giallo senape in presenza di alluminio e verde/grigio in presenza di ferro.
La tintura può essere a mordente o diretta. Come colorante diretto è molto chiaro e può essere un valido aiutante nella fissazione di altri coloranti naturali. L’estrazione avviene in acqua a caldo.

LE PROPRIETÀ CONFERITE AL TESSUTO
Studi clinici hanno dimostrato l’efficacia dei tessuti tinti in cipolla nella protezione dai raggi UV e da infezioni batteriche. Questo migliora la salute dei soggetti immunodepressi e con pelle sensibile. Il tessuto tinto resiste meglio alla sudorazione e sembra avere un effetto anche sulla pelle stressata da eczemi.

LE PROPRIETÀ OFFICINALI
La cipolla come bulbo intero possiede molte proprietà officinali. La ricerca scientifica ha evidenziato potere antimicrobico, antiossidante, analgesico, antinfiammatorio, antidiabetico, ipolipidemico, antiipertensivo e immunoprotettivo.
Le bucce ricche di quercetina sono un potente antiossidante che protegge dai radicali liberi liberati in seguito a stress da sbalzi termici e attacchi di patogeni.

CURIOSITÀ
I bulbi di cipolla venivano usati come alimento già nell’antichità, probabilmente a partire dal 5000 a.C. Gli antichi egizi ne fecero oggetto di culto, associando la sua forma sferica e i suoi anelli concentrici alla vita eterna. L’uso delle cipolle nelle sepolture è dimostrato dai resti di bulbi rinvenuti nelle orbite di Ramesse II. Gli egizi credevano che il forte aroma delle cipolle potesse ridonare il respiro ai morti.
Nell’antica Grecia gli atleti mangiavano cipolle in grandi quantità, poiché si credeva che esse alleggerissero il sangue, mentre i gladiatori romani si strofinavano il corpo con cipolle per rassodare i muscoli.

Nel Medioevo le cipolle avevano grande importanza come cibo, tanto che erano usate per pagare gli affitti e come doni; medici prescrivevano le cipolle per alleviare il mal di testa, per curare i morsi di serpente e la perdita dei capelli.
La cipolla fu introdotta in America Centrale da Cristoforo Colombo nel suo viaggio del 1493 a Haiti ma nel nord era già conosciuta: Chicago, infatti, significa “Campo di Cipoll” in lingua Algonchina.