Collection: Red Herculaneum

Ercolano red (hematite)

Herculaneum red is a natural inorganic mineral pigment. It is obtained from the purification, drying and grinding of the red earth from the Venetian quarries, composed of minerals such as calcium sulphate, iron oxide and others.

Part used

In particular, the mineral from which it is obtained is hematite, whose name derives from the blood-red color that the mineral assumes in its crystalline state, while its powder is always red. The mineral is found in many effusive rocks, pegmatites and hydrothermal veins where residual magmas consolidate.

The pigment obtained was used by different peoples and for artistic expressions even far from each other: from prehistoric times to Renaissance frescoes, to furnishings (stucco, wood coloring), to xylography. Thanks to its high covering power, it is in fact used in rock paintings, in the coloring of statuettes, in ancient funeral furnishings as in fresco, tempera, oil painting.

Filter:

Availability
0 selected Reset
Product type
0 selected Reset
Colore
0 selected Reset
Taglia
0 selected Reset

3 products

Filter and sort

Filter and sort

3 products

Availability
Product type
Colore
Taglia

3 products

Its history and applications

METODO DI ESTRAZIONE
Il metodo di estrazione del pigmento dal minerale: per la preparazione del pigmento dal minerale sono interessanti le parole di Teofrasto (IV secolo a.C.): “è una specie di sabbia brillante, di colore scarlatto, che viene raccolta e pestata in recipienti in pietra, polverizzandola il più possibile; quindi, viene lavata in vasi di rame, e quel che rimane viene raccolto, pestato nuovamente e quindi lavato ancora; quello che rimane a fondo è cinabro”. L’ottenimento avveniva quindi per semplice purificazione ricavata dalla macinazione e da lavaggi ripetuti del minerale.

Si dice che gli Arabi impararono dai Cinesi il processo di preparazione artificiale del cinabro. Venezia fu un importante centro di produzione del vermiglione. Si ottiene mescolando una parte di zolfo e cinque parti di mercurio, riscaldando fino ad ottenere una polvere rosso vivo.

CURIOSITÀ
Il Rosso Ercolano è una terra naturale molto antica, le cui origini risalgono addirittura all’antica Roma. Viene descritta dallo storico Plinio il Vecchio con il nome di “sinopsis”, che deriva dalla città di Sinope dove, secondo lo studioso, questo pigmento fu scoperto per la prima volta. È conosciuto anche come rosso pompeiano poiché era molto utilizzato nelle pitture murali di Pompei.

Il nome deriva dal greco αἷμα (haîma) che significa “sangue”, infatti, secondo lo storico Teofrasto il minerale sarebbe simile al sangue solidificato.

L’ematite di colore rosso, avente una consistenza grassa, per via di argille mischiate ad essa è utilizzata dalla notte dei tempi per via della sua resistenza alle intemperie, per marchiare il bestiame o tracciare dei confini di proprietà.
Dall’uso in arti grafiche dell’ematite viene il termine attuale “matita” in quanto venne usato questo materiale per produrre le prime matite